Presbiacusia: le tipologie

Presbiacusia: le tipologie

Negli ultimi articoli abbiamo parlato della presbiacusia e dei suoi sintomi.  Oggi elencheremo i le tipologie di presbiacusia.

A seconda della parte del sistema uditivo che viene danneggiata o della fonte di danno, la presbiacusia può essere suddivisa in quattro tipi, come segue:

Presbiacusia sensoriale: quando gli individui perdono improvvisamente l’udito nell’intervallo di frequenza di 4 kHz. Tipicamente, la degenerazione cellulare sensoriale avviene all’estremità basale della coclea. Le cellule ciliate esterne vengono colpite per prime.
Presbiacusia neurale: in questo caso, l’entità della perdità uditiva, è proporzionale all’aumento della frequenza del suono.
Presbiacusia metabolica: la perdita dell’udito può iniziare all’età di 30 anni e progredire gradualmente. La degenerazione della stria vascolare può disturbare la funzione dell’orecchio, causando presbiacusia metabolica.
Presbiacusia meccanica: questo tipo di presbiacusia si verifica a causa dei cambiamenti nelle proprietà meccaniche della membrana basilare della coclea, come l’ispessimento, e la visualizzazione di depositi di materiale calcificato. I cambiamenti nelle cellule ciliate o nei neuroni sensoriali non si verificano in questo caso.
Presbiacusia mista e presbiacusia intermedia: Se si verifica una combinazione di tutti e quattro i principali tipi di presbiacusia, essa è definita è mista.

Pubblicato in Area Scientifica