Ipoacusia e Pandemia Covid-19

Ipoacusia e Pandemia Covid-19

 

Anziani, indossando mascherine anti contagio, si riposano su una panchina Rossa, simbolo della lotta alla Violenza sulle donne, nel centro antico di Napoli, 21 aprile 2021 ANSA/CIRO FUSCO

Sono circa 7 milioni i soggetti che in Italia soffrono di ipoacusia e che manifestano problemi all’udito.
Una condizione, che coinvolge i più piccoli ma che è tipica maggiormente degli anziani e che

non solo si traduce nel sentire meno, ma che provoca anche profondi problemi sociali.
La recente pandemia di Covid-19, con l’uso delle mascherine, ha di fatto reso più complicata la lettura del labiale acuendo l’isolamento.
L’ipoacusia causa una moltitudine di problemi sociali, specie negli anziani.
Il numero degli ipoacusici in Italia è in crescita. La prevalenza oggi è di circa il 12%. Si stima che il 50% degli ultraottantenni abbia un problema di ipoacusia. Oggi ha un tasso di crescita del 5% e che in futuro potrà arrivare intorno al 7-10%.

Pubblicato in Area Scientifica